Il mio saluto a Piergiorgio Welby.
 
    “Queste mie parole vogliono essere un saluto e non un addio. Un saluto ad un compagno di viaggio, quello strano e tortuoso viaggio che è la lunga malattia, l’immobilità, l’incapacità di respirare, mangiare e parlare.
Un percorso che ci ha sempre visti uniti e coesi verso un obiettivo comune, quello della libera scelta.
    Anche se molti non lo hanno capito.
Ad un giornalista che mi chiese, pochissimi giorni fa, quale fosse il messaggio che avrei voluto farti avere, io risposi “Fatti forza e continua nella tua battaglia”.
Così è stato.”

 

Ciao Piergiorgio,
con grande rispetto,
Cesare Scoccimarro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.