“Ma una cosa è certa, e deriva dall’esperienza: l’immaginazione è un muscolo. E’ per questo che la si può allenare, come la memoria, o come il pianista le sue dita, le sue orecchie. Bisogna obbligarsi, e anche ogni giorno, a partire da un fatto diverso letto sul giornale, da un aneddoto raccontato da un amico, o semplicemente a partire da niente, a partire da ciò che si crede essere il vuoto in se stessi, lasciandone liberamente agire i lunghi passaggi silenziosi che ci attraversano (perché l’aria che respiriamo è caricata di miriadi di storie, come l’acqua che beviamo…), bisogna obbligarsi a inventare una situazione, un inizio di battuta, e anche a vedere storie dappertutto, e a raccontarle costantemente a qualcuno.”
Jean-Claude Carrière, Pascal Bonitzer
“Exercice du scénario”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.