L’uomo che vendette la sua pelle è un film che ci sprofonda nel dolore e insieme ci proietta in una bellezza infinita.

Uno sguardo tagliente e dolcissimo, acuto e spiazzante.

Lei è Kaouther Ben Hania. Donna. Tunisina. Regista. E candidata all’Oscar per il miglior film straniero.

Se hai visto con piacere questa recensione, potrebbe interessarti qualche riflessione su Ethos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.